Sabato 30 novembre, alla Fattoria Cupidi, si parlerà di “Agro-Selvi-Resilienza”

Sabato 30 novembre, alle ore 9:30, presso la Fattoria Cupidi (Gallese), si terrà un importante incontro sull’agroselvicoltura.

AGRO-SELVI-RESILIENZA

Evento scientifico-divulgativo

Fattoria Cupidi, Via Vignarola n. 9, Gallese Scalo

Sabato 30 Novembre 2019, ore 9:30

Il CNR-IRET, in collaborazione con il Biodistretto della Via Amerina e delle Forre, organizza un evento incentrato sulla agroselvicoltura, sistema di uso del suolo che coniuga componenti arboree, erbacee e, eventualmente, il pascolo. L’iniziativa è svolta nell’ambito del progetto AFINET (Agroforestry Innovation Network). I sistemi agroforestali sono riconosciuti per sostenibilità e multifunzionalità: produzioni diversificate ed integrazione del reddito aziendale; miglioramento della biodiversità, delle acque, del suolo e del sequestro di carbonio; diversificazione del paesaggio con riduzione dei rischi ambientali e aumento della resilienza territoriale.

AFINET (http://www.eurafagroforestry.eu/afinet) è un progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma quadro Horizon 2020, periodo 2017-2019, con l’obiettivo di divulgare le conoscenze e le informazioni su una corretta gestione dei sistemi agroforestali nei diversi paesi partecipanti al progetto. Il CNR-IRET, in particolare, ha preso in considerazione la filiera olivicola nel comprensorio orvietano, al fine di promuovere innovativi modelli agroforestali nel territorio.

In AFINET sono stati organizzati diversi incontri tecnico-scientifici con gli attori locali. Sono stati individuati i punti di forza e debolezza della filiera olivicola e proposte soluzioni innovative, con il presupposto che i paesaggi rurali abbiano contenuti di sostenibilità e resilienza socioecologica in relazione al loro grado di complessità. Con l’obiettivo di divulgare i risultati di AFINET al di fuori del suo stretto comprensorio di riferimento e, soprattutto, con la volontà di condividere gli stessi risultati alla ricerca di orizzonti conoscitivi più ampi e di interesse universale, il CNR-IRET ha ricevuto il supporto del Biodistretto della Via Amerina e delle Forre.

AGRO-SELVI-RESILIENZA intende divulgare e discutere:

l’agroselvicoltura e le agrotecniche di conservazione e miglioramento della fertilità dei suoli in ambito mediterraneo come strategie fondamentali di resilienza locale negli scenari di mitigazione ed adattamento ai cambiamenti globali.

L’evento si rivolge a 50 attori del territorio, assortiti in modo da coprire gli interessi delle filiere rurali dai produttori ai decisori politici, senza escludere le figure di supporto, ricerca e fruizione.

Si ritiene che la struttura convegnistica della Fattoria Cupidi di Gallese Scalo sia luogo ideale per un evento di questo tipo, permettendo anche una visita tecnica alla filiera produttiva dell’uovo improntata secondo i principi dell’agricoltura biologica e dell’agroselvicoltura.

Fattoria Cupidi, Via Vignarola n. 9, Gallese Scalo

Sabato 30 Novembre 2019, ore 9:30

CNR – IRET in collaborazione con Biodistretto della Via Amerina e delle Forre

presentano l’evento regionale del progetto H2020 AFINET

AGRO-SELVI-RESILIENZA

Incontro divulgativo e partecipativo su

“agroselvicoltura e agrotecniche di conservazione e miglioramento della fertilità dei suoli in ambito mediterraneo – strategie di resilienza locale negli scenari di mitigazione ed adattamento ai cambiamenti globali”

9:30       Registrazione e caffè di benvenuto

10:00     Saluto dei padroni di casa

Alessio, Roberta e Claudia Cupidi (Fattoria Cupidi)

10:15     Saluto ed introduzione alla giornata da parte del Biodistretto

Famiano Crucianelli e Andrea Ferrante (Biodistretto della Via Amerina e delle Forre)

10:30     L’esperienza del progetto AFINET e la divulgazione delle tecniche di agroselvicoltura in Europa – Claudia Consalvo, Marco Lauteri e Andrea Pisanelli (CNR-IRET)

11:00     Chi siamo? Da dove veniamo? Ma, soprattutto …. dove andiamo? – Una retrospettiva bio-culturale sull’Agro falisco

Giorgio Felini (Storico dell’Arte)

11:30     Tavoli tematici, discussioni ed esercizi di condivisione sorbendo un caffè – Quale il ruolo ed il futuro dell’agricoltura falisca sotto gli scenari di cambiamento globale?

Facilitano: 1) Claudia Consalvo “Paesaggio e turismo sostenibile”; 2) Claudia e Alessio Cupidi “Sviluppo filiera bio del Biodistretto”; 3) Marco Lauteri “Il recupero ambientale delle aree di escavazione dismesse”; 4) Andrea Ferrante “Interventi per la sensibilizzazione dei cittadini e la formazione degli operatori verso sostenibilità e resilienza del territorio”.

13:00     Degustazione a buffet di prodotti del Biodistretto

14:00     Visita alla Fattoria Cupidi e discussioni all’aria aperta

16:00     Fine dell’incontro

I partecipanti all’evento saranno limitati a 50 cittadini dell’area falisca con competenze e profili differenti. Saranno invitati agricoltori, studenti, amministratori locali e regionali, medici, ricercatori, semplici residenti e visitatori ricorrenti, rappresentanti di categoria e dell’associazionismo locale.

Chiudi il menu