Il Biodistretto della Via Amerina partecipa alla fiera “Fa la Cosa Giusta” l’evento più riconosciuto a livello nazionale sul consumo critico e degli stili di vita sostenibili

Evento online Sabato 20 novembre 2020, ore 13:00 al link https://www.falacosagiusta.org/programma-culturale/la-via-amerina-tra-fascino-bizantino-e-turismo-rurale/

Il Biodistretto della Via Amerina e delle Forre il 21 novembre 2020 sarà presente alla fiera milanese “Fa la cosa giusta”.

L’incontro con il Biodistretto, organizzato dalla Regione Lazio, fa parte delle iniziative presentate e promosse all’annuale fiera del consumo etico e critico. Durante l’evento Giorgio felini, dirigente ed esperto storico del Biodistretto della Via Amerina e delle Forre La Via Amerina, farà il suo intervento nell’ambito della sessione titolata “Tra fascino bizantino e turismo rurale. In viaggio da Assisi a Roma lungo un territorio che ha fatto della sostenibilità ambientale la sua missione in tutti settori”

. L’incontro, che inizierà alle ore 13:00 a questo link https://www.falacosagiusta.org/programma-culturale/la-via-amerina-tra-fascino-bizantino-e-turismo-rurale/ , vedrà Giorgio Felini parlare del turismo rurale e sostenibile lungo la Via Amerina, dei viaggi slow e dell’importanza della riscoperta delle bellezze naturali, dove il tempo è scandito dai cicli della natura e tutto assume una dimensione più a portata d’uomo.

“Fa la cosa giusta” è organizzata da Terre di mezzo Eventi ed è l’evento più grande e riconosciuto a livello nazionale; è una fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che nasce nel 2004 e cresce anno dopo anno in termini di visitatori, espositori e attenzione da parte dei media. Oltre all’edizione principale, che si svolge tutti gli anni a Milano, si svolgono una serie di edizioni locali nelle città di Torino, Trento, Perugia e Palermo. Quest’anno a causa dell’emergenza COVID si svolgerà interamente online.

Uno dei fondamentali investimenti del Biodistretto della Via Amerina e delle Forre è il turismo rurale, sostenibile e slow. Il progetto del biodistretto vuole essere la realizzazione non solo di un’agricoltura biologica e pulita ma anche più in generale di un territorio che fa della sostenibilità ambientale la sua missione in tutti settori: dall’agricoltura al ciclo dei rifiuti, dall’energia all’alimentazione. È  quindi il luogo ideale per lo sviluppo di esperienze e percorsi di turismo sostenibile.


II territorio della Via Amerina e delle Forre oltre ad essere caratterizzato da produzioni biologiche e aree di tutela e bellezza ambientale è anche un territorio prezioso per la sua ricchezza culturale, storica e archeologica e attraversato da uno storico cammino interamente percorribile a piedi: La Via Amerina